La stagione agonistica di arrampicata sportiva è ormai giunta alle battute conclusive, con la scorsa settimana anche il circuito della Coppa del Mondo è terminato con risultati più che soddisfacenti per il movimento azzurro in primo luogo e soprattutto per gli atleti del Centro Sportivo Esercito, che quest’anno hanno saputo conquistare piazzamenti lusinghieri migliorandosi nettamente rispetto alle passate stagioni. Risultati a volte inaspettati  che hanno regalato forti emozioni come la serata indimenticabile del 13 luglio, quando uno strepitoso Marcello BOMBARDI  è diventato parte di storia, vincendo la gara di Coppa del Mondo a Chamonix, specialità Lead. Si tratta della prima vittoria in carriera per il giovane modenese, davanti ad un pubblico speciale, un pubblico di molti italiani, e soprattutto la famiglia di Marcello presente in quel momento cosi importante ed unico per l’alpino in forza al Centro Sportivo di Courmayeur. La sua stagione è continuata in modo regolare, portandolo a conseguire il suo record personale in classifica generale di Coppa del Mondo concludendo la stagione in quinta posizione assoluta.

Questa mattina abbiamo avuto l’occasione di scambiare qualche battuta con Marcello, prima della sua partenza per la località che lo ha reso celebre, Chamonix, dove gareggerà domani e giovedi  ai Campionati Militari Francesi, manifestazione  che prevede l’invito da parte della federazione francese ad  alcune nazioni straniere a partecipare, come ad esempio l’Italia. Assieme a lui anche i compagni di squadra Alessandro ZENI  e Filip BABICZ con capo spedizione Stefano JEANTET. Per gli altri due compenenti della squadra Alessandro SANTONI  e Leonardo GONTERO (ricordiamo Gontero capace di classificarsi al terzo posto nella gara di Coppa del Mondo di Edimburgo) specializzati nella disciplina speed, è previsto un allenamento specifico presso la Caserma L. Perenni fino a venerdi.  Questo il penultimo appuntamento stagionale che avrà il suo termine con la Coppa Italia di Brugherio in data 18 e 19 novembre dove andrà in scena il format della combinata olimpica.

Abbiamo chiesto al climber le aspettative per Tokyio 2020, la prossima olimpiade estiva che vede per la prima volta in assoluto l’esordio dell’arrampicata sportiva come disciplina olimpica, e di spiegarci il nuovo format di gara previsto del CIO.

“Il sogno nel cassetto di ogni sportivo è di partecipare ad un’edizione olimpica, ed ora anche per noi arrampicatori questo sogno può diventare realtà a Tokyo 2020. Il format di gara previsto si chiama “Combinata Olimpica” vale a dire che la somma dei punteggi ottenuti nelle tre discipline Boulder, Speed e Lead determinerà il più forte arrampicatore olimpico. A Tokyio 2020 potranno partecipare un massimo di 20 climber di tutto il mondo, due maschi e due donne per nazione, ci racconta Marcello.

La domanda sorge spontanea: “Sei il detentore del titolo di Campione Italiano nella disciplina della Combinata Olimpica questa stagione….Che sensazioni hai?”

” Quest’anno, quasi in modo inaspettato, sono cresciuto molto di livello, ci va ancora tanto allenamento, impegno e dedizione per raggiungere questo obiettivo chiamato olimpiade, ma amo il mio sport e l’arrampicata sportiva, amo scalare ed ogni mio sforzo da qui al 2020 sarà impostato per guadagnarmi uno di questi due posti per nazioni che ci spettano. Il sogno olimpico è vivo in me, poter portare i colori dell’Italia e del Centro Sportivo Esercito alla prima edizione olimpica sarebbe per me motivo di orgoglio e di prestigio, anche un modo per ringraziare chi ha creduto in me in tutti questi anni, dal gruppo sportivo alla mia famiglia. ”

Dopo la gara di Brugherio, per gli arrampicatori del Gruppo Militare Alta Montagna di Courmayeur, ci sarà un periodo di meritato riposo e Marcello cosi come i suoi compagni dedicheranno un po di tempo alla famiglia ed agli affetti più cari, ripensando ai successi ottenuti in questa stagione, ai sogni nel cassetto da realizzare, riposandosi per riprendere al meglio la preparazione atletica con il grande obiettivo dei Campionati Mondiali di Innsbruck 2018 dove molto probabilmente avverrà la prima vera gara a livello internazionale come prova pre olimpica del format Combinata Olimpica.

Nella foto Marcello Bombardi impegnato a Kranj nella finale lead…