La Coppa del Mondo di slittino oggi si veste a festa, grazie allo straordinario ed inaspettato successo dell’alpino Kevin FISCHNALLER, atleta di Bressanone ormai pilastro fisso della squadra nazionale di slittino, che corona finalmente il sogno di una vita, vincendo oggi la sua prima gara di Coppa del Mondo sul tracciato di Winterberg (GER).

L’azzurro aveva già dato segnali di buona condizione fisica nell’ opening di Coppa del Mondo la scorsa settimana sul tracciato di Innsbruk, dove aveva disputato una buonissima prima manche classificandosi poi allì ottovo posto generale.

Quest’oggi il ventiquattrenne altoatesino ha saputo mantenere i nervi saldi e sfruttare le condizioni migliori per ottenere una meravigliosa vittoria ad effetto sorpresa. La prima manche è stata caretterizzata dal maltempo che imperversa sulla località di Winterberg, e Kevin ha potuto sfruttare una situazione favorevole grazie al numero di pettorale basso che gli ha permesso di partire prima che si abbattesse un’intensa nevica. Si è cosi imposto nella prima manche seguito dal compagno di squadra Theo Gruber.

La seconda manche è stata invece molto più uniforme per tutti, senza nevicate forti ed importanti, e la partenza è avvenuta con l’ordine di partenza inverso rispetto all’ordine di arrivo della rima manche. Purtoppo per Theo Gruber non è andata benissimo, complice il fatto di aver rischiato di travolgere un tecnico addetto alla pulizia delle curve dalla neve, che si trovava erroneamente in pista durante la sua prova.

Musica diversa invece per Kevin FISCHNALLER che non si è lasciato impressionare, sapendo gestire l’ampio margine di vantaggio conquistato nella prima manche, chiudendo con un buon quattordicesimo tempo di manche, ma con la vittoria finale sul tedesco Campione Olimpico in carica Felix Loch per 67 millesimi e sul russo Stepan Fedorov 117 millesimi.

Quindi primo successo in carriera, nonché primo successo italiano in Coppa del Mondo per quanto riguarda le discipline olimpiche. Per quanto riguarda invece l’altra gara andata in scena questa mattina, ovvero il doppio maschile rileviamo l’ottavo posto della coppia veterena Oberstolz e l’alpino Patrick GRUBER .