Dopo il successo delle passate edizioni anche quest’anno il Blinkfestival ha organizzato un vasto programma di gare che ha preso il via proprio ieri Mercoledì 1 Agosto con la 60 km in tecnica classica. Il progetto norvegese è stato proposto per incoraggiare ed aumentare l’interesse e la partecipazione allo skiroll e di conseguenza mantenere alto l’interesse allo sci di fondo anche nel periodo estivo.

Il programma continuerà nei prossimi giorni con gare anche per i più piccoli (minori di 10 anni) con tracciati di 1km fino ad arrivare alle categorie Senior con il fine di coinvolgere atleti di ogni età. Oltre alle competizioni il Festival sarà contornato da diverse attività quali fitness, corsi di vela, concerti ecc. e terminerà Sabato 4 Agosto.

La competizione è iniziata alle 18.15 con partenza nel centro di Algard (NOR) e si è svolta attraverso paesaggi mozzafiato tra magnifiche montagne e laghi su un terreno misto fatto da diverse pendenze, per arrivare nel centro di Sandnes (NOR). Numerosi i partecipanti tra questi i migliori specialisti delle lunghe distanze e i fondisti della Coppa del Mondo, a rappresentare l’Italia nella 60 km il nostro atleta di punta dello sci di fondo FRANCESCO DE FABIANI.

Abbiamo sentito telefonicamente FRANCESCO DEFABIANI che ci ha raccontato la sua gara:

 

“Sicuramente non è stata la gara che speravo di fare, a 6 km dalla partenza mi è stato rotto un bastoncino, dopo diversi tentativi sono finalmente riuscito a sostituirlo con un altro grazie ai tecnici presenti a bordo pista, una volta cambiato ho impiegato circa trenta minuti per tornare nel gruppo ma purtroppo davanti c’era già stata una scrematura, gli atleti di testa avevano già fatto una selezione e il gruppo si era allungato perciò ho percorso molti chilometri da solo e si sa che come succede nel ciclismo la scia conta molto, magari quando sei nel gruppo ti sembra di andare piano mentre quando ti ritrovi da solo con il vento contro ti stanchi più facilmente. Ho provato a “tornare sotto” al gruppo ma alla fine mi sono duvuto accontentare. E’ stata una gara sofferta sopratutto dal punto di vista psicologico ma sono riuscito comunque a concluderla anche se il risultato non è stato quello che speravo. Sono comunque contento perché e stato un buon allenamento e mi sentivo bene. Oggi c’è un’altra gara in salita, di 7 km, si partirà in gruppo quindi spero di non aver problemi come ieri e di potermela giocare fino alla fine. Domani ci sarà un’altra gara nella quale due anni fa sono arrivato secondo quindi è importante arrivare nei 10 nella gara di oggi in quanto vale appunto per qualificarsi alla gara del giorno dopo.”

 

Ad imporsi nella 60 km è stato il Russo Bolshunov seguito dal norvegese Gjeitnes.

Nella foto di copertina FRANCESCO DEFABIANI in allenamento

Nella foto sotto il percorso della 60 km e il vincitore della gara, il russo Bolshunov.