Anche quest’anno semaforo rosso per il debutto stagionale della Coppa del Mondo maschile di sci alpino a Soelden. Proprio come la passata stagione, anche oggi l’organizzazione si è trovata a fare i conti con la meteo inclimente trovandosi costretta prima a posticipare la partenza della gara maschile sperando in un miglioramento, poi ad annullare definitivamente il primo gigante stagionale. Le forti raffiche di vento e l’abbondante nevicata che si sta abbattendo in questo momento sul ghiacciaio del Rettembach non hanno lasciato via di scampo, e per la sicurezza degli atleti è stata annullata la manifestazione.

Contrariamente al passato, da quest’anno il regolamento prevede il recupero del gigante di apertura della Coppa del Mondo nel corso della stagione, una decisione da parte della FIS verrà presa nel corso delle prossime settimane. La Coppa del mondo ripartirà il 17 e 18 novembre prossimi da Levi, in Finlandia, oltre il Circolo polare artico, dove sono in programma uno slalom speciale donne ed uno uomini.

Svolta ieri invece la gara al femminile, nonostante le condizione del tempo non fossero delle migliori. Infatti a causa della scarsa visibilità la partenza è stata abbassata, tralasciando la parte di piano tipica del ghiacciaio austriaco. A podio la valdostana Federica Brignone, mentre per le atlete del Centro Sportivo Esercito la partenza di questa nuova stagione è iniziata in salita. Fuori nella prima manche Marta BASSINO e Francesca MARSAGLIA. Ha concluso al 22° posto Irene CURTONI mentre per le esordienti in nel massimo circuito, Lara DALLA MEA  e Roberta MIDALI  si sono posizionate rispettivamente al 43° e 47° posto.

Nella foto il ghiacciaio di Soelden questa mattina…