Il conto alla rovescia sta per finire, la quarantaduesima stagione di Coppa del Mondo di biathlon della storia di questo sport è alle porte e prenderà il via a Pokljuka (SLO) domenica 2 dicembre dove si svolgeranno otto gare fino a domenica 9. Tra gli atleti del Centro Sportivo Esercito convocati Thierry CHENAL, Giuseppe MONTELLO, Dominik WINDISCH, Thomas BORMOLINI e Saverio ZINI per gli uomini e Nicole GONTIER per le donne. I biathleti, dopo una lunga preparazione iniziata dal mese di maggio, sono pronti per cominciare la stagione agonistica. Saranno nove le tappe per la Coppa del Mondo di questa stagione 2018\2019 partendo appunto da Pokljuka (Slo) per concludere a metà marzo ad Oslo (Nor) ma l’appuntamento di punta rimangono i mondiali in programma ad Oestersund (Sve) dal 7 al 17 marzo 2019 nel finale di stagione. Per l’intervista di oggi abbiamo voluto mettere in risalto due atleti del Centro Sportivo Esercito che nelle scorse stagioni hanno avuto alcune complicazioni: Giuseppe MONTELLO e Nicole GONTIER, i quali nonostante le difficoltà delle passate stagioni con perseveranza e voglia di riscatto sono pronti per questa nuova stagione. Il friulano classe 1992 nella passata stagione proprio in occasione del ritiro che chiuse la preparazione accusò dei problemi fisici, che lo costrinsero a saltare tutta la prima parte della Coppa del Mondo e partire addirittura dall’IBU Cup, per poi prendersi con caparbietà e coraggio un posto alle Olimpiadi proprio per il rotto della cuffia all’ultima tappa prima dei Giochi di PyeongChang. Le cose sembrano molto diverse però quest’anno per Giuseppe MONTELLO, che dopo Sjusjoen si sente in buone condizioni fisiche e si prepara ad affrontare con fiducia, a Pokljuka, la tappa di apertura della Coppa del Mondo 2018/19.

Le batoste, come quella da me subita lo scorso anno, insegnano molto, anzi sono più utili per imparare rispetto alle stagioni in cui va tutto bene. È sempre difficile, però, comprendere fino a che punto spingersi perché durante la preparazione dobbiamo raggiungere il limite. Io lo scorso anno ho spinto troppo, quindi so come non oltrepassarlo, ma è altrettanto importante non fermarsi prima. Insomma, spero di aver trovato quest’anno il giusto mix. Ho cercato soprattutto di trovare una maggiore stabilità al tiro ed evitare quei passaggi a vuoto che spesso hanno caratterizzato fin qui la mia carriera. Dal punto di vista fisico, invece, non ho cambiato quasi nulla, lavorando tanto come sempre.  Come sempre l’inizio di stagione è molto complicato. Mi aspetto di riportare in gara quanto faccio in allenamento. Se ci riuscissi già in queste prime gare sarebbe un’ottima cosa. In estate abbiamo lavorato tanto sulla tecnica e su come affrontare determinate situazioni di gara. Sono curioso di mettermi alla prova. Quest’anno ci sono i Mondiali e ovviamente catturano la nostra attenzione. Personalmente, però, voglio ancora crescere e migliorare il mio biathlon sia nel tiro sia sugli sci. Speriamo di comportarci bene nelle staffette e vedremo poi se arriveranno anche dei buoni piazzamenti individuali. Un obiettivo ambizioso, che mi piacerebbe ottenere, è di riuscire ad entrare ogni tanto nei venticinque per gareggiare anche nella mass start

La 27enne di Champorcher, medaglia di bronzo nella staffetta mondiale di Nove Mesto nel 2013, nelle ultime stagioni ha faticato ad imporsi nella squadra di Coppa del Mondo, a causa di risultati altalenanti al poligono che ne hanno condizionato la prestazione. Lo scorso anno l’azzurra ha saputo ritrovare un buon livello sugli sci che le ha permesso di partecipare ai Giochi Olimpici, ma anche in Coppa del Mondo ha saputo trovare quella confidenza al poligono che spesso in passato era caratterizzata da alti e bassi.

La preparazione è andata bene, finora abbiamo lavorato nel modo corretto, senza intoppi. Adesso abbiamo ancora pochi giorni di lavoro  per lavorare sugli sci e cerco di sfruttarli al meglio per rifinire la preparazione. L’anno scorso finalmente ho avuto di nuovo buone sensazioni sugli sci che spero di ritrovare quest’anno. Ad ogni modo spero di riuscire a trovare continuità anche al tiro, aspetto su cui devo ancora lavorare. L’obbettivo: lavorare al meglio delle mie possibilità. Mi piacerebbe partire bene per trovare la fiducia, però vedremo alle prime gare come starò e su quali aspetti avrò ancora bisogno di lavorare.

Il programma completo della prima tappa di Coppa del Mondo:
Dom. 02/12/18 – Cdm Staffetta singola e staffetta mista Pokljuka (Slo) – ore 12.00 e 14.30, diretta tv Eurosport
Mer. 05/12/18 – Cdm – Individuale maschile Pokljuka (Slo) – ore 14.15, diretta tv Eurosport
Gio. 06/12/18 – Cdm – Individuale femminile Pokljuka (Slo) – ore 14.15, diretta tv Eurosport
Ven. 07/12/18 – Cdm – Sprint maschile Pokljuka (Slo) – ore 14.15, diretta tv Eurosport
Sab. 08/12/18 – Cdm – Sprint femminile Pokljuka (Slo) – ore 14.15, diretta tv Eurosport
Dom. 09/12/18 – Cdm – Pursuit maschile e femminile Pokljuka (Slo) – ore 11.45 e 14.45, diretta tv Eurosport

Nell’immagine di copertina la staffetta mista di Pyeongchang.

Nelle foto qui sopra Giuseppe MONTELLO e Nicole GONTIER in azione.