Dopo l’esordio stagionale di Ruka (FIN) la Coppa del Mondo approda nella leggendaria terra dello sci di fondo, Lillehammer (NOR). Dopo aver già ben figurato nella settimana scorsa, la squadra azzurra oggi ha avuto tante conferme che lasciano ben sperare in previsione di una ricca ed emozionante stagione agonistica.

Sensazioni che arrivano prima di tutto, per il Centro Sportivo Esercito, dalla voce dell’alpino Francesco DE FABIANI, in partenza oggi nella prima delle tre gare di Lillehammer, la sprint in tecnica libera. Come risaputo il valdostano di Gressoney non trova nel format della sprint la sua gara preferita ma nonostante ciò ha saputo ben comportarsi migliorando nettamente rispetto la passata stagione in questo format. Sin dalle qualifiche, con il 27° tempo assoluto DE FABIANI ha trovato spazio nella prima batteria giocandosela sino all’imbocco della salita conclusiva del percorso, quando in terza posizione dopo un contatto con il francese Chavanat, ha avuto la peggio perdendo l’equilibrio a cadendo a terra. Senza questo piccolo intoppo, Francesco DE FABIANI sarebbe potuto diventare l’indesiderato della situazione, traendo senza dubbio una preziosa posizione in classifica. Conclude al 28° posto portando con se le ottime sensazioni fisiche per la gara di domani, la 15 km in tecnica libera gara sostanzialmente più nelle sue corde. Non qualificato l’altro alpino in gara, il bormino Maicol RASTELLI.

Bene anche il valdostano Federico Pellegrino che centra la prima vittoria stagionale, proprio nella terra dei sacri mostri norvegesi conducendo una finale tutta all’attacco, completando l’opera sulla salita finale staccando con relativa facilità il norvegese Iversen ed il canadese Harvey. Fuori Klaebo per la rottura di un bastoncino in semifinale.

Nella foto Francesco DE FABIANI photo credit by Nordic Focus…