Dopo la straordinaria prova a squadre delle azzurre si è corsa nel pomeriggio la staffetta maschile in quel di Hochfilzen. Sull’onda dell’entusiasmo per il trionfo delle donne, gli azzurri partono subito forte con un Thomas Bormolini perfetto al poligono e preceduto al traguardo  di soli 25” solo dallo svizzero Benjamin Weger. Lucas Hofer in seconda frazione risulta meno preciso al tiro e sebbene manca per tre volte il bersaglio riesce con esperienza a cambiare davanti a Svezia, Slovenia e Austria. In terza frazione  Dominik Windisch a dover amministrare. L’olimpionico, nonostante l’ errore al tiro riesce a chiudere, seppur di poco in testa precedendo lo svedese Stenersen.

Thierry Chenal, in unltima frazione, ha dovuto lottare contro rivali proibitivi come Samuelsson, Christiansen, Doll, Leitner e Loginov e ne ha subito, come prevedibile, il sorpasso. Resistendo per un giro,  (terzo dietro Samuelsson (Svezia) e Christiansen (Norvegia), l’atleta valdostano dell’Esercito è arrivato al secondo poligono dietro il tedesco Benedikt Doll, commettendo due errori che lo rilegano ad un comunque ottimo sesto posto.