Ottima prova per Francesca MARSAGLIA nel Super Gigante di Coppa del Mondo della Val Gardena, dopo tante difficoltà l’alpina stupisce e si piazza al 6° posto, nonostante il pettorale 30, eguagliando il suo miglior risultato in carriera ottenuto nella medesima specialità ad Altenmarkt nel 2016 e a Méribel nel 2015. La 28enne romana, cresciuta sulle nevi di San Sicario, dopo un anno e mezzo di stop imposto da una brutta pubalgia accusa un ritardo di soli 29 centesimi dalla vincitrice classificandosi come prima azzurra. La battaglia per le prime posizioni è davvero serrata tanto che le prime nove sono racchiuse in poco meno di 7 decimi, a vincere la gara odierna è stata la slovena Stuhec, che ha bissato il successo di ieri, al secondo posto con 5 centesimi Tina Weirather a pari merito con l’austriaca Nicole Schmidhofer. Tra le altre atlete del Centro sportivo Esercito hanno chiuso 29° e 39° rispettivamente Elena CURTONI e Marta BASSINO.

Ringrazio tutti, i medici, ma sopratutto lo staff che è riuscito a tenermi calma. É stato fondamentale questo mese e quello che ho fatto a Copper Mountain. Oggi ho sciato la pista e non il tracciato e non mi è parso di spingere. Come ho già detto, al di là del risultato e del cronometro, ho avuto fin dalla prima prova un feeling davvero positivo: la discesa di ieri mi è servita parecchio, oggi ho riportato le sensazioni della discesa in superG, ora spero di proseguire su questa strada.

Nell’immagine in evidenza e nella foto qui sopra Francesca MARSAGLIA.

La Coppa del mondo di sci donne passa ora in Francia, a Courchevel: venerdì slalom gigante e sabato slalom speciale, le ultime gare prima della breve pausa natalizia. A Courchevel tornerà in gara anche la statunitense Mikaela Shiffrin, dominatrice della stagione, che aveva preferito disertare le gare gardenesi.