Le gare distance hanno caratterizzato la seconda giornata del Tour de Ski. L’aria di Dobbiaco ha fatto bene a Sergey Ustiugov che si imposto nella 15 km TL con il tempo di 30’34”1, staccando il norvegese Hegastad Krueger di 12” e il compagno di squadra Bolshunov di 22”.

Convincente e consistente la gara di Francesco De Fabiani che è sembrato l’unico azzurro in grado di tenere testa ai big internazionali sulla distanza. Per buona parte della gara l’atleta gressonaro si è mantenuto nelle prime dieci posizioni fino a chiudere al 18^ posto con meno di un minuto di ritardo dalla testa.

Fuori dai trenta gli altri azzurri, a cominciare da Federico Pellegrino trentasettesimo, seguito più lontano da Giandomenico Salvadori, Dietmar Noeckler, Stefano Gardener, Simone Da Prà, Maicol Rastelli, Enrico Nizzi, Stefan Zelger e Claudio Mueller. Lunedì 31 dicembre il tour osserverà il primo giorno di riposo, la ripresa è prevista per martedì 1 gennaio con una sprint a tecnica libera a Val Mustair, alla quale non parteciperanno Simone Da Prà e Claudio Muller.