Storica, memorabile, inaspettata è la medaglia di bronzo vinta pochi minuti fa dalla squadra italiana ai Campionati Mondiali di sci alpino nella località svedese di Are. A far parte di questo quartetto da sogno, impostato tutto sulle giovani leve della squadra, due donne e due uomini, rispettivamente nei nomi di Alex Vinatzer, Simon Maurberger e le due atlete appartenenti al Centro Sportivo Esercito di Courmayeur Caporal Maggiore Scelto Irene CURTONI e Caporal Maggiore Lara DELLA MEA.

Giovani talenti che crescono in previsione delle prossime olimpiadi, sia Pechino 2022 che la probabile Cortina 2026, ci rendono orgogliosi di essere italiani, conquistando la prima storica medaglia mondiale nella specialità Team Event. La squadra compatta sino alla fine ha messo dietro team del calibro di norvegia e finlandia nelle fasi eliminatorie trovandosi a chinare il capo solo all’Austria per la sommatoria dei tempi, risultata poi medaglia d’argento. Infine nella finale per il bronzo il Team Italia ha battuto la Germania grazie all’inforcata di Linus Strasser, appena prima che uscisse dal tracciato nella sfida decisiva Vinatzer. Inoltre si mettono la medaglia al collo anche le riserve della staffetta nei nomi di Riccardo Tonetti e sempre per il Centro Sportivo Esercito il 1° Caporal Maggiore Marta BASSINO.

Nella foto il quartetto di bronzo esultante al traguardo, photo credit by pentaphoto...