Conclusa la stagione invernale 2018-2019 è arrivato il tempo di trarre le somme non solo per i tecnici del Centro Sportivo Esercito, ma anche per gli atleti che inevitabilmente ad un certo punto della propria carriera vogliono porre la parola fine alla propria carriera agonistica. Vari possono essere i motivi, dalla salute, alla motivazione personale o semplicemente la maturità di osservarsi e capire che la vita è fatta da tante belle parentesi, ma che lo sport non è tutto.

Questo è il caso del nostro atleta Davide BRESADOLA, unico rappresentante del Centro Sportivo Esercito nella disciplina del salto speciale, che dopo anni felici di agonismo ha preso la serena e tranquilla decisione di lasciare il mondo delle gare. Nella sua carriera vanta la partecipazione a ben tre edizioni olimpiche da Torino 2006 come combinatista a Sochi 2014 e PyeonChang 2018 come saltatore. E’ stato per due anni consecutivi Campione Italiano in carica nella gara svoltasi sui trampolini di Predazzo, patria italiana del salto e combinata nordica.

In questi giorni prima delle feste pasquali, Bresadola è stato presso la caserma L. Perenni per parlare con i Comandanti valutando assieme la soluzione migliore per il futuro che lo aspetta. Lo abbiamo intervistato in un caldo pomeriggio primaverile chiedendogli le sue sensazioni, le sue emozioni ed un piccolo aneddoto che lo accompagnerà per tutta la vita ricordando il Centro Sportivo Esercito. Di seguito il link con l’intervista. Non ci resta che fare per l’ultima volta un sincero in bocca al lupo a Davide, augurandoci che il ricordo di questi anni passati come portacolori del CSE lo accompagnino serenamente per tutta la vita.

Nella foto in copertina Davide Bresadola in azione…