Una prova magistrale le è stata quella del Caporal Maggiore Capo Roland FISCHNALLER sulle nevi koreane di Pyeonchang, da cui ha dettato il passo sin dalle prime ore dell’alba italiana ottenendo il miglior tempo in qualifica. La cavalcata verso la terza vittoria stagionale, nonché 18° in carriera è poi stata una storia a parte per l’altoatesino che ha dichiarato di “ non poter tornare a casa senza salire sul gradino più alto del podio, perchè era stato promesso alla figlia prima di partire” .

La terza vittoria stagionale in questa specialità permette a Capitan Fischnaller, come è simpaticamente chiamato all’interno del circuito bianco, di ipotecare con due gare di anticipo la vittoria della Coppa del Mondo di specialità. Un successo importante che, lancia senza timore l’alpino in forza al Reparto Attività Sportive di Courmayeur verso Pechino 2022. La giornata di sabato è poi stata completa da un podio nel circuito di Coppa Europa con il terzo posto del Caporale Matteo MENCONI a Grasgheren (GER) nella disciplina dello snowboardcross, e dal Caporale Emilie JEANTET nella prova sprint in tecnica classica per la disciplina dello sci di fondo, giunta seconda e quindi medaglia d’argento ai Campionati Italiani Under 20 svoltisi presso Falcade.

La giornata di domenica invece è rimasta un po “ sconvolta” dalla decisione del CONI, su indicazione del Consiglio dei Ministri di sospendere le manifestazioni sportive per la stessa giornata nelle regioni Lombardia e Veneto. Annullate così anche le gare valide per l’assegnazione dei tricolori distance per lo sci di fondo categorie under 20 e under 23. Intanto, un po più in la, nella località di Winterberg (GER) una bella sorpresa è arrivata nella disciplina dello slittino su pista artificiale dal 1° Caporal Maggiore Sandra ROBATSCHER, rientrata in attività nel mese di gennaio dopo aver subito un’operazione alla spalla destra. L’alpina dopo aver ottenuto ieri il sesto posto nella prova individuale, oggi è stata schierata nella team Relay concludendo sul secondo gradino del podio, e ottenendo temporaneamente il primo posto nella classifica generale di Coppa del Mondo della specialità ad una sola gara della fine stagione.